0
Lista dei preferiti Ι 0
  Trovare prodotti e sistemi

Riduro®

L’innovativa lastre pannello in gesso per rivestimenti con funzione strutturale.

Con la nuova lastre in gesso Riduro® è possibile sfruttare i vantaggi di lavorazione dei classici pannelli in cartongesso, anche in elementi costruttivi con funzione statica. Ciò è reso possibile dal nucleo di gesso fibrorinforzato che conferisce al pannello proprietà di irrigidimento. Poiché i pannelli in gesso Riduro®, dispongono inoltre di eccellenti proprietà antincendio e di un ridotto assorbimento groscopico, si creano nuove possibilità esecutive e vantaggi economici per la costruzione in legno.

Le lastre di gesso Riduro® vengono prodotte conformemente alla Norma Europea sui Prodotti EN 520 e consistono sostanzialmente in un nucleo in gesso impregnato e fibrorinforzato con un rivestimento di cartone. Grazie alla loro stabilità sono indicate come irrigidimento nella costruzione in legno oltre che come pareti, soffitti o finitura di interni. Il ridotto assorbimento d’acqua e la permeabilità al vapore ne consentono anche l'impiego in ambienti umidi soggetti a sollecitazioni moderate quali bagni e cucine nonché negli elementi di pareti esterne.

 

Le sicure, stabili e flessibili

Le lastre in gesso Riduro® possiedono ottime proprietà in caso di incendio. Esse sono raggruppate, conformemente alle direttive VKF, nella categoria RF1 e sono dunque considerati prodotti non combustibili. Presentano anche eccellenti caratteristiche per quanto concerne l'incapsulamento di elementi per la costruzione in legno soggetti a sollecitazioni statiche. La loro elevata stabilità e l’estrema durezza superficiale offrono inoltre sicurezza nei confronti di sollecitazioni d'urto. Grazie alla loro flessibilità le lastre in gesso Riduro® hanno un effetto positivo sul comportamento complessivo della costruzione in legno in presenza di carichi sismici o di vento.

Rivestimento controventante con Riduro®

Si definiscono strutture portanti e controventanti gli elementi costruttivi che fungono da tamponamento a chiusura di un vano e che, oltre al proprio peso, ai carichi d'impatto e a quelli a mensola, subiscono forze supplementari esercitate da altri elementi costruttivi o azioni varie e sono in grado di assorbirle in modo adeguato. L'assorbimento dei carichi verticali avviene essenzialmente tramite gli elementi portanti delle strutture, ad esempio montanti e travi in legno. In determinate circostanze si può inoltre calcolare in aggiunta l'azione coadiuvante data da un rivestimento appropriato.

 

Lo scarico delle forze orizzontali che agiscono sull'elemento costruttivo avviene tramite il collegamento tra la sottostruttura, il rivestimento e il materiale di fissaggio. Specialmente nel caso in cui l'elemento costruttivo subisca sollecitazioni a lastra, l'effetto controventante si raggiunge soltanto con l'interconnessione tra un rivestimento stabile, la sottostruttura e il materiale di fissaggio.

 

Ulteriori informazioni di base sulle possibilità statiche dei pannelli in gesso Riduro® si trovano nella nostra brochure: «Tecnica & applicazione: Tabelle di dimensionamento per pareti a telaio in legno con tamponamento strutturale in lastre in gesso Riduro® e lastre in gessofibra Rigidur® H» e nei nostri principi di progettazione Statica e sicurezza.

Lavorazione con utensili standard

L’assortimento di lastre Riduro® può essere lavorato senza problemi con gli utensili comunemente usati per le costruzioni a secco e in legno – dal taglio effettuato con sega circolare o cutter, fino al fissaggio del rivestimento con graffe o viti rapide. La lavorazione delle lastre di gesso e di gessofibra Rigips® può essere integrata nei consueti processi senza necessità di modificare gli strumenti di lavoro e le abitudini:
- incisione e taglio unilaterale su lastre impilate
- foratura, levigatura, piallatura, fresatura, raspatura
- lavorazione con macchinari CNC
- possibilità di effettuare arrotondamenti con foretti e frese carotatrici

 

I vantaggi in breve

  • Rivestimento efficace a livello statico
  • Maggiore resistenza alla flessione 1)
  • Maggiore resistenza alle sollecitazioni d’urto 2), 3)
  • Maggiore durezza della superficie in legno 4)
  • Elevata duttilità in caso di terremoto (q 2,5)
  • Ridotta capacità di assorbimento dell’acqua = utilizzabile in ambienti umidi e su pareti esterne rivestite
  • Lavorazione più semplice rispetto ai tradizionali pannelli in fibra di gesso
  • Bordi appiattiti per una lavorazione più rapida (non servono incollaggi)
  • Soluzioni più snelle in caso di incendio
  • Eccellente rapporto costo-prestazioni
  • Sistemi antieffrazione di classe RC2 + RC3 

 

1) rispetto ai pannelli in fibra di gesso tradizionali (f m,0, k rettangolare rispetto al piano dei pannelli) 
2) rispetto ai pannelli in fibra di gesso tradizionali
3) Testati secondo EN 1128
4) Durezza Brinell abete rosso = 12 N/mm2; Riduro ≥30 N/mm2